Tecnica Speciale per Estorcere i Nomi che non Ricordi

 

16962Name

 

Quando conosco una persona nuova in genere devo farmi ripetere il nome almeno 5 o 6 volte prima di ricordarmelo.

E’ una mia caratteristica.

Invidio moltissimo le persone dalla memoria fina che si ricordano i nomi dopo la prima presentazione, a me è una cosa che non riesce quasi mai.

A volte, oltre a non ricordarmi il nome, non mi ricordo neanche la persona.

Una delle cose più brutte è quando incontro qualcuno che mi saluta chiamandomi per nome, con entusiasmo, mi chiede di me, se sto ancora lavorando lì, come stanno la mia migliore amica e il mio cane di cui ricorda perfettamente nomi e caratteristiche.

E io non so assolutamente chi sia, non mi ricordo il nome, non so niente di niente di quella persona, a malapena mi sembra forse qualcuno che conosco di vista chissà dove.

Forse si tratta di uno stalker che mi spia e sa tutto di me, ma più probabilmente è qualcuno con una normale memoria, non come la mia che fa schifo.

Per evitare l’imbarazzo, ho inventato una tecnica quasi infallibile che si chiama “Tecnica Speciale per Estorcere i Nomi che non Ricordi”.

Esistono due varianti della tecnica: se, quando incontro la persona a cui voglio estorcere il nome sono in compagnia di qualcuno che conosco, faccio finta di presentarli.

Dico ad esempio “Marta, ti presento il mio amico….” e lo indico, sperando che lui o lei nell’atto di stringere la mano dica il suo nome.

Questa è una tecnica quasi infallibile.

La seconda variante consiste nel proporre di scambiarci il numero di telefono. Prima di scrivere il numero chiedo a bruciapelo : ”mi ricordi il tuo…” e la persona dice il suo nome.

Io rispondo “Ma no, intendevo il cognome, il tuo nome lo conosco benissimo!”

Sono tremenda.

A volte la tecnica non funziona, perché non ho la prontezza di dire “mi ricordi il tuo..” e se perdi l’attimo dopo non puoi più chiederlo.

Ho la rubrica del telefono piena di “Ragazzo cane bar”, oppure “tipa grassa panettiere”, “donna inglese murazzi”.

Ma ora mi sono stufata di questa situazione, e allora oltre a fare grande attenzione e praticare l’arte delle associazioni mentali durante le presentazioni, preferisco chiedere.

“Devi veramente scusarmi, ma non ricordo il tuo nome”.

Semplicissimo.

Può essere dura per il tuo interlocutore, ma sempre meglio che trovarsi a limonare una sera su una panchina dopo essere usciti a cena con “tipo figo cinema massimo”, o far colazione a letto dopo una notte di passione con “ragazzo basette valentino”.

Lì diventa veramente imbarazzante chiedere il nome.

4 risposte a "Tecnica Speciale per Estorcere i Nomi che non Ricordi"

    1. Questa sarebbe veramente una disgrazia, ma verosimile. Devo elaborare una tecnica anche per questo caso. Forse una possibilità sarebbe chiedere all’amico di cui si conosce il nome: com’è che si chiama il mio amico che già conosci o che ti ho fatto conoscere?

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...