Io da Piccola Andavo in Giro al Guinzaglio

scansione0019 (1)

 

Quand’ero bambina mia madre mi portava a spasso col guinzaglio.

Un guinzaglio vero e proprio, però invece del collare portavo la pettorina.

C’è grande diatriba nell’ambiente cinofilo se sia meglio collare o pettorina, mia madre per fortuna optò per la seconda.

Io non ho mai visto un bambino al guinzaglio, ho visto soltanto me stessa, in foto.

Una volta però al mercato ho visto dei bambini piccoli, 3 anni circa, a spasso con le maestre dell’asilo in fila indiana legati in vita in un trenino di corda.

Sembrava un po’ una cordata dell’alpinismo, che se cade uno rischia che cadano tutti.

E infatti un bimbo a centro cordata si è inciampato e ha fatto cadere almeno altre 4 creature. Hanno iniziato tutti a piangere, 10 bambini che piangevano disperati legati al loro trenino di corda.

Mia madre mi portava a passeggio come fossi un cagnolino e, come molti cagnolini cittadini, mi lasciava libera soltanto in montagna nei prati.

Per fortuna tra i prati ci andavamo spesso perché i miei genitori avevano una casa in montagna.

Lì, oltre che a tornare al richiamo, a fare il seduto e dare la zampa, ho imparato anche ad andare in bici, cosa che ora mi è molto utile perché la bicicletta è il mio mezzo preferito di locomozione in città.

Quand’ero piccola, i bambini imparavano ad andare in bicicletta con le rotelle, che si attaccavano alle ruote posteriori.

Poi giunto il momento giusto, tipo a 6 anni, si toglieva una rotella da un lato e se ne lasciava soltanto una, per imparare ad andare senza.

Ma ovviamente succedeva che, per paura di cadere, ci si inclinasse dal lato della rotella rimasta.

Io ho imparato ad andare in bici così, tutta pendente da un lato, con un terrore dell’altro lato, quello senza rotella.

Immaginatevi questa piccola bambina bionda con i codini sbarazzini e con la maglietta blu e i pantaloncini rossi che va sulla sua graziellina tutta pendente da un lato.

Che per cercare l’equilibrio non si deve mica pendere da un lato.

Non ci si deve mica buttare di peso sulla rotellina rimasta per paura di cadere.

Non si può mica restare legati al guinzaglio.

Che si impara la paura, mica l’equilibrio, mica la libertà.

 

Nota: in foto mia madre porta a passeggio me (al guinzaglio) e mio fratello (arrampicato sul cancello). Mi stava facendo socializzare con un mio consimile quadrupede dietro le sbarre.

Annunci

6 risposte a "Io da Piccola Andavo in Giro al Guinzaglio"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...